Spettacoli

Colpi di fulminen

Dueocchietti

Per avere informazioni sullo spettacolo vai in fondo alla pagina.

COLPI DI FULMINEN

Una storia di oggetti che parla agli umani

Scritto e interpretato da Giulia Corrocher

Dada e Umpa sono due scarpe da ginnastica che si ritrovano improvvisamente nel bosco. Mentre cercano di orientarsi incontrano Stampa e Tigacapìo, una stampante e un computer che come loro vagano in cerca della strada di casa, ma sta scendendo la sera e col buio non è così facile muoversi…

“Colpi di fulminen” è una storia di oggetti che parla agli umani, in un mondo in cui per fare spazio al nuovo si producono sempre più scarti.

Questo spettacolo nasce dal desiderio di rendere consapevoli i più piccoli, e perché no anche i più grandi, del valore degli oggetti e dell’importanza del recupero.

“Colpi di fulminen” ha partecipato al Festival Internazionale del Teatro di Figura (Mapu festival) a Piazzola sul Brenta (PD).

 DUEOCCHIETTI

Quando la normalità è diversa

Tratto dalla fiaba dei fratelli Grimm “Occhietto, Duocchietti, Treocchietti”
Adattamento teatrale di Giulia Corrocher

Questa è la storia di una fanciulla con due occhi.
Che problema c’è? Vi starete chiedendo.
La fanciulla ha anche due sorelle, che però hanno rispettivamente uno e tre occhi . Non la sopportano e le fanno un sacco di dispetti.
Riuscirà la nostra protagonista ad uscire da questa situazione?

Questa storia racconta del bisogno che ha ognuno di noi di essere amato e rispettato per quello che è. Le fiabe sono un grande patrimonio collettivo, parlano di noi, ma soprattutto parlano al nostro animo e lo aiutano a crescere, ad affrontare le difficoltà che da sempre accompagnano la vita degli esseri umani, bambini o adulti che siano.

“Dueocchietti” ha partecipato al Festival Internazionale del Teatro di Figura (MAPU) di Piazzola sul Brenta (PD).